CINA. Genesi di una nuova via della seta

98

Partito da Abu Dabhi il tour del premier Xi Jinping che farà visite di stato in Senegal, Ruanda e Sudafrica, e parteciperà al 10° summit BRICS a Johannesburg e visiterà Mauritius. Obiettivo: declinare la via della Seta e tessere relazioni internazionali forti per glissare le sanzioni USA. 

Xi Jinping a ha dichiarato da Abu Dabhi, giovedì al suo arrivo per una visita ufficiale, che vuole una maggiore alleanza con gli Emirati Arabi Uniti. È la prima visita di un capo di stato cinese da 29 anni negli EAU. 

L’accoglienza per il premier cinese da parte dal vicepresidente e primo ministro degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Mohammed bin Zayed, principe erede di Abu Dhabi e vicecomandante supremo delle forze armate del paese di primo ordine, è stata di prim’ordine, a partire dalla scorta dei caccia per l’aereo presidenziale. 

Tema chiave del dibattito durante la sua permanenza di due giorni è il progetto della Cintura e Via della Seta, lanciato nel 2013, per collegare la Cina con diversi continenti attraverso una grande piattaforma e ancora investimenti e infrastrutture. Fonti ufficiali hanno riferito che il commercio e gli investimenti in agricoltura, energia e ricerca scientifica, sono gli altri settori di interesse che verranno discussi durante i colloqui ufficiali.

Dialogo con il paese arabo che avviene nel bel mezzo di una guerra commerciale tra Washington e Pechino a causa della guerra tariffaria tra i due paesi. Il leader cinese, però, a differenza di Trump, protezionista, ha preferito dare vita a politiche di multilateralismo.

Xi ha detto di aver provato l’entusiasmo e la cordialità degli Emirati Arabi Uniti non appena arrivato ad Abu Dhabi, e di esserne rimasto profondamente colpito. Il presidente cinese ha dichiarato di essere ansioso di procedere a uno scambio di opinioni approfondito con i leader degli Emirati arabi uniti per quanto riguarda l’avanzamento delle relazioni bilaterali. Xi ha espresso la sua fiducia che la visita sarà un grande successo con gli sforzi compiuti da entrambe le parti e contribuirà a cementare ulteriormente l’amicizia tra i due paesi e i due popoli.

Il vice presidente degli Emirati Arabi Uniti e il principe ereditario hanno accolto calorosamente la visita di stato di Xi, definendola un vecchio amico e un buon amico del popolo degli Emirati Arabi Uniti.

«Persone di tutti i ceti sociali negli Emirati Arabi Uniti sono impazienti di vedere Xi, che pensano che sarà di importanza storica e contribuirà a promuovere ulteriormente lo sviluppo di relazioni strategiche bilaterali in modo forte», ha detto il leader degli Emirati Arabi Uniti.

Antonio Albanese