Pechino: porta aperta al dialogo con Manila

46

CINA – Pechino 07/05/2016. Pechino ha detto a Manila che il dialogo per il Mar Cinese Meridionale è sempre aperto, confutando l’annuncio filippino della chiusura del dialogo bilaterale.

La Cina e le Filippine hanno concordato una serie di documenti bilaterali e multilaterali per risolvere le controversie nel Mar Cinese Meridionale, ma, riporta Xinhua, le Filippine non hanno mantenuto le promesse. Secondo Pechino, la Cina sta agendo in conformità con la legge non accettando né partecipando alla arbitrato, che è stato unilateralmente avviato da Manila all’inizio del 2013 e sarà gestito da un tribunale di cinque giudici a L’Aia. La Cina ha esercitato il proprio diritto ai sensi dell’articolo 298 della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare (Unclos) nel 2006 e ha fatto una dichiarazione che esclude l’arbitrato obbligatorio. Secondo Pechino, il nucleo della disputa tra i due paesi sul Mar Cinese Meridionale è l'”occupazione illegale di isole e scogli delle isole Nansha al confine marittimo tra i due paesi” e secondo Pechino Unclos non si applica alla questione.