Manovre cinesi nelle acque contese con Manila

10

CINA – Pechino 20/07/2016. La Cina sta svolgendo fino al 21 luglio delle manovre militari nel Mar Cinese Meridionale, quasi una settimana dopo che la Pca de L’Aia ha deciso a favore delle Filippine sulla controversia con la Cina relativa al Mar Cinese Meridionale.

In un comunicato, pubblicato sul suo sito web il 18 luglio, l’Amministrazione marittima della Cina ha detto che un tratto di mare nei pressi dell’isola cinese di Hainan sarebbe stato chiuso dal 19 al 21 luglio per esercitazioni militari. La dichiarazione fornisce i dettagli della zona che viene chiusa, ma non specifica il tipo di manovre o il loro motivo. Le manovre coincidono con la visita in Cina del Capo delle Operazioni Navali Usa, ammiralgio John Richardson.


Richardson ha incontrato la sua contropoarte l’ammiralgio Wu Shegli. Stando a quanto afferma Usni News, se i rapporti politici sulla questione tra Pechino e Washingtion sono “accesi” quelli militari sono semnrpe stati improntati da una grande professionalità. QUesta di Richrdson è la prima visita ufficiale, dopo una serie di teleconferenze, da quando ha preso il comando a settembre 2015. Al centro dell’incontro tra i due ammiragli oltre alal questione del Mar Cinese Meridionale,, la Rimpac, e le future collaborazioni tra le due marine militari. 

La Cina ha respinto la sentenza di arbitrato, definendola “nulla”, e ha inaugurato due aeroporti sulle barriere contese nel Mar Cinese Meridionale e ha minacciato di creare una zona di difesa aerea nella regione. Manila ha reagito con cautela alla sentenza; il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte ha lasciato la porta aperte a colloqui bilaterali sulla questione, come aveva proposto la Cina.