CINA. E-commerce da fantascienza

226

I mercati online in Cina si stanno preparando per l’evento di shopping online di metà anno, poiché devono lavorare più duramente per incuriosire e attrarre i consumatori più ricchi e sofisticati, cioè le fette alte del mercato che generalmente non vengono toccate da questo tipo di vendite.

Il processo, riporta China Daily, è iniziata dalla piattaforma cinese per il commercio elettronico JD.com, “6/18” è stata lanciata per la prima volta nel 2010 per festeggiare l’anniversario dell’azienda il 18 giugno; poi è stata lanciata per le vendite del Singles Day lo scorso 11 novembre ed è diventata uno dei maggiori siti di acquisti online della Cina. Altre compagnie la hanno seguito in questa strada e stanno facendo offerte speciali per ottenere più clienti. I cinesi hanno preferito scegliere gli acquisti basandosi sulla qualità e sul marchio 6/18, rispetto al prezzo e alla consegna durante il Singles Day, ha mostrato un’indagine condotta da JD.com.

JD.com sta utilizzando tecnologie innovative come la realtà aumentata e la realtà virtuale per offrire esperienze di shopping interattive e impiegherà anche robot, autovetture e droni per le consegne; un e-commerce da fantascienza.

La piattaforma Xiaomi ha inoltre avviato una campagna di promozione che offre sconti per la maggior parte dei suoi prodotti, mentre il Tmall di Alibaba ha deciso di lanciare sia attività online che offline per promuovere la propria attività come piattaforma per uno stile di vita verde, intelligente e ideale.

Quasi tutte le piattaforme e-commerce cinesi stanno sviluppando e interpretando il modello “New Retail”, che non solo include la vendita al dettaglio on line e offline (o2o), ma anche un servizio 1to1 e uno streamlined per lo shopping.

La Cina oggi è il più grande mercato online di shopping online, con circa 467 milioni di consumatori online che hanno speso circa 26,1 trilioni di yuan l’anno scorso, una crescita del 19,8% annuo.

Maddalena Ingrao