CINA. Dazi sui prezzi delle prestazioni mediche a Hong Kong solo per gli americani

45

Sembrerà strano ma la guerra tariffaria tra Washington e Pechino non si limita solo alle dichiarazioni roboanti tra i due leader. Goccia dopo goccia scava nella società cinese ed è così che arriva a sommergere anche livelli sociali inaspettati

Un osteopata di Hong kong ha appeso un striscione in cui annuncia l’applicazione di un sovrapprezzo del 25% su tutte le prestazioni che verranno effettuate su pazienti americani.

Quando lo ha appeso una foto dello striscione è divenuta. La foto mostra un grande striscione rosso con uno slogan bianco in cinese che annuncia il sovrapprezzo del 25% su tutti i servizi solo ai clienti americani e che se questo causa loro qualche inconveniente, dovrebbero farlo presente al con il consolato degli Stati Uniti, riporta il sito web di notizie HK01.com.

Heung Kwok-shingm, il proprietario della clinica di Fung Tak Estate a Kowloon’s Tsz Wan Shan Shan, ha detto di aver appeso lo striscione il 20 maggio per mostrare la sua reazione alle tariffe aggiuntive che Washington ha recentemente imposto sulle merci cinesi, riporta Asia Times.

«Come cinese, dovrei sollevarmi e sostenere il mio paese. Non c’è alcun motivo per me di stare dalla parte degli americani», ha detto Heung, aggiungendo che avrebbe tolto lo striscione una volta che gli Stati Uniti avessero eliminato  le tariffe o avessero stretto un accordo con la Cina.

Heung, che ha detto di avere l’appoggio dei suoi vicini, ha detto anche che in realtà non chiederà ai suoi clienti la loro nazionalità o chiederà di vedere il loro passaporto. Quando gli è stato chiesto se avesse ricevuto richieste di informazioni dai turisti americani in merito alle spese aggiuntive, ha risposto che in realtà non aveva avuto alcun paziente dagli Stati Uniti, ha riferito Apple Daily.

Si tratta di una protesta più simbolica che altro ma che diventa una cartina di tornasole sulle reazioni sociali  innescate nei piccoli operatori di mercato dai dazi tariffari trumpiani.

 

Maddalena Ingrao