CINA. Crescono gli investimenti esteri nel settore Hi Tech

72

Per i primi dieci mesi di quest’anno, la Cina ha attirato e utilizzato 701,16 miliardi di yuan pari a 101,04 miliardi di dollari, in investimenti esteri, con un aumento del 3,3% rispetto all’anno precedente. Sono questi i dati riprovati dal quotidiano cinese The Paper, che ha usato i dati diffusi dal ministero del Commercio di Pechino.

Nel mese di ottobre, ci sono state 3.623 imprese di recente costituzione da parte di investitori stranieri, con un incremento del 37,6% su base annua. Mentre da gennaio a ottobre, ci sono state 49.545 nuove imprese straniere, in aumento del 89,3% anno su anno.

Il Ministero ha detto che hanno continuato a crescere gli investimenti stranieri nelle industrie ad alta tecnologia, soprattutto nella produzione ad alta tecnologia. Per quanto riguarda la produzione di apparecchiature elettroniche e di comunicazione, la produzione di apparecchiature mediche, la produzione di computer e di apparecchiature per ufficio, è aumentata rispettivamente del 34,3%, 153,4% e 130,1% rispetto all’anno precedente.

Il Regno Unito è stato tra le principali fonti di investimenti esteri, con una crescita vertiginosa del 175,9% rispetto all’anno precedente. Gli investimenti provenienti da Corea del Sud, Giappone, Stati Uniti, Germania e Francia sono aumentati rispettivamente del 36%, 24%, 4,1%, 31,2% e 19,3%. Gli investimenti dei paesi Belt e Road, ASEAN e Ue, sono aumentati rispettivamente dell’11,9%, del 13% e del 15,3%.

Nei primi 10 mesi, l’uso effettivo degli investimenti esteri nella produzione è stato di 220.26 miliardi di yuan, con un incremento del 12,4%. L’uso effettivo di capitale straniero nella produzione high-tech è stato di 73,78 miliardi di yuan, con un aumento del 30,6% su base annua. 

L’aumento degli investimenti esteri nella regione occidentale è relativamente alto e la zona di libero scambio pilota, quella di Fujian, in cui l’uso effettivo degli investimenti esteri è aumentato del 136,2%. mantiene una posizione di leadership. 

Lucia Giannini