Solo il 10% delle coppie in Cina vuole un secondo figlio

11

CINA – Pechino 14/11/2015. Nonostante i cambiamenti nelle politiche economiche e di governo, la tradizione delle grandi famiglie è perdente nelle grandi città, scrive il Renmin Ribao.

La maggior parte delle coppie, in città, non è disposta a espandere la famiglia. Ciò è dimostrato dal piccolo numero di richieste fatte per il secondo figlio a Pechino, nonostante i recenti cambiamenti nella politica per la famiglia. Anche sotto l’attuale legislazione, solo il 10% delle famiglie vuole più figli, dicono i dati pubblicati il 13 novembre dalla Commissione comunale di Pechino per la Salute e la pianificazione familiare. Entro la fine di ottobre, 5mila coppie circacon i criteri giusti hanno avuto il permesso per un secondo bambino, secondo la Commissione; si tratta di circa 1/10 delle 550mila coppie che hanno diritto a un secondo figlio, in conformità con i criteri stabiliti nel 2013. Entro la fine di maggio, 1,45 milioni di coppie nel paese ha chiesto il permesso di avere un secondo figlio; si tratta di circa il 13% di tutte le famiglie che hanno tale diritto, dicela Commissione nazionale di programmazione sanitaria e famigliare.
Lo sviluppo dell’economia cinese e della società negli ultimi dieci anni ha cambiato la tradizione di avere molti figli; la maggior parte delle famiglie tende ad avere meno figli, soprattutto nelle grandi città come Pechino, ove consentire alle famiglie di avere due bambini servirebbe a migliorare la struttura della popolazione della capitale e a sostenere la redditività dell’impresa, secondo la commissione della città. Si tratterà quindi di costruire più strutture, che si occupino della salute della madre, dell’apertura di asili nido e scuole materne, per rispondere all’aumento del tasso di natalità.