CINA. Comunismo di mercato 2.0

93

Il presidente Xi Jinping ha delineato la sua visione per i prossimi cinque anni all’apertura del congresso del partito comunista, nel corso di un discorso di 3 ore e mezza. Stando al South China Morning Post, Xi ha detto che le situazioni interne ed esterne della Cina stanno attraversando complicati cambiamenti che il partito deve affrontare. I pilastri del discorso di Xi sono stati: rafforzare la guida ideologica all’interno del partito, rafforzare la campagna anticorruzione, mantenere la sovranità su Hong Kong e Macao e opporsi all’indipendenza a Taiwan.

Vediamoli in sintesi:

1. Un nuovo nome per la filosofia politica di Xi
Xi ha detto che la Cina ha creato il «socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era». L’ideologia sarà il principio guida per lo sviluppo del paese nei prossimi anni.
L’idea cardine è che il partito dovrebbe guidare ogni aspetto della vita in Cina. «Il partito dovrebbe guidare in tutti i settori e l’autorità della leadership centrale del partito dovrebbe essere rispettata; i quadri dovrebbero mantenere la linea con la leadership del partito, mentre il partito dovrebbe rafforzare la sua guida sul lavoro ideologico. Il partito si oppone risolutamente a tutti i tentativi che indeboliscono, distorcono o rifiutano la leadership del partito e l’attuazione del socialismo», ha detto Xi. Le “principali contraddizioni” della società cinese sono emerse a causa dello sviluppo diseguale e della richiesta del popolo di una vita migliore.

2. Diventare una nazione con un’influenza globale di primo piano entro il 2050

Xi ha fissato obiettivi ambiziosi per i prossimi 30 anni e oltre. La prima parte dovrebbe essere raggiunta tra il 2020 e il 2035, ha detto Xi. Entro il 2035 la Cina sarà una nazione innovativa ai vertici della ranking mondilale, con un’ampia popolazione a reddito medio e un divario di ricchezza più ridotto. Il soft power della Cina dovrebbe essere potenziato. Dal 2035 al 2050, la Cina dovrebbe diventare una nazione pionieristica a livello mondiale.

3. Proseguire lo slancio “irreversibile” della campagna anticorruzione e mantenere lo Stato di diritto
Xi ha ripetutamente promesso che il partito e il governo avrebbero governato il paese in base alla legge e attraverso il controllo pubblico. Nessuno dovrà mettersi al di sopra della legge.
Xi ha aggiunto che la Cina deve prestare attenzione a non imitare la democrazia occidentale. Sulla corruzione, ha detto che la Cina insiste sulla “tolleranza zero”.

4. Tutela della sovranità nazionale
La capacità della Cina di affrontare la sicurezza nazionale dovrebbe essere potenziata, in quanto la nazione proteggerà risolutamente la sua sovranità e i suoi interessi.
Xi ha detto che la Cina ha fatto una “svolta storica” nella difesa nazionale e nella riforma militare. Per i prossimi anni, la Cina continuerà a spingere per l’integrazione tra il settore civile e quello militare. L’Esercito di Liberazione del Popolo dovrebbe essere una forza di classe mondiale entro il 2050. La Cina si oppone anche al separatismo sotto le mentite spoglie della religione o del pensiero estremista.

5. Sostenere l’autorità centrale su Hong Kong e Macao e opporsi all’indipendenza di Taiwan
Xi ha detto che il principio “un paese, due sistemi” non sarà cambiato, né distorto a Hong Kong  e Macau. Su Taiwan, Xi ha detto che Pechino ha correttamente gestito la situazione sull’isola e continuerà ad opporsi all’indipendenza per Taiwan.

6. Creare condizioni di parità per le imprese straniere
Xi ha detto che la Cina darà parità di trattamento a tutte le imprese. «La Cina si aprirà sempre più», ha detto il presidente cinese.
Il PIL della Cina è aumentato passando da 54 trilioni di yuan a 80 trilioni di yuan in cinque anni e il governo punterà a una crescita di qualità superiore e sostenibile.

7. Tutela dell’interesse pubblico
La lotta contro la povertà è stata cruciale perché la Cina diventasse una società moderatamente prospera. Tutte le province che si trovano al di sotto della soglia di povertà dovrebbero superare tale soglia entro il 2020.

Graziella Giangiulio