CINA. Attiva la stazione meteorologica con vista India

96

La Cina costruisce una stazione meteorologica non presidiata vicino al confine con l’India. Cosa che potrebbe infastidire e non poco New Delhi. Oppure al contrario potrebbe essere parte del nuovo dialogo per la protezione dei confini tra India e Cina.

Pechino ha creato una stazione di osservazione meteorologica automatica non presidiata nella regione autonoma del Tibet (TAR), vicino al confine con l’India, per fornire assistenza meteorologica al proprio esercito in caso di conflitto, che ha già destato qualche preoccupazione negli ambienti indiani.

La stazione nel comune di Yumai eliminerà  una zona cieca di servizi meteorologici. Fornirà, inoltre, un forte sostegno meteorologico alla difesa nazionale e promuoverà ulteriormente lo sviluppo delle frontiere, nonché l’integrazione militare e civile.

«La stazione può osservare sei fattori, compresa la temperatura dell’aria, pressione dell’aria, velocità del vento, direzione del vento, umidità e precipitazioni, con più esattezza di prima» ha riferitoTashi Norbu, un tecnico incaricato della stazione, al quotidiano inglese principale della Cina, Global Times.

«Yumai è al confine. La stazione potrebbe fornire dati per facilitare il trasporto e le comunicazioni nella difesa nazionale. Potrebbe anche offrire supporto durante i conflitti regionali dal vivo», ha detto Tashi.

Con nove famiglie e 32 residenti, Yumai è la città più piccola della Cina in termini di popolazione. Si trova alle pendici meridionali dell’Himalaya ed è influenzata dal clima monsonico dell’Oceano Indiano.

«Stiamo ricevendo informazioni precise dai servizi meteorologici ogni giorno. La stazione è necessaria, perché colma le lacune nelle informazioni meteorologiche e idrologiche che potrebbero sostenere il nostro sviluppo», ha affermato Dawa, segretario del comitato Yumai del Partito Comunista Cinese.

L’unica strada che collega Yumai al mondo esterno è in costruzione dal 2017. Altre stazioni meteorologiche saranno installate quando la strada sarà completata, ha detto Dawa.

La costruzione della stazione è iniziata all’inizio del 2018. Tuttavia, a causa delle pessime condizioni meteorologiche della zona, la costruzione è stata completata nel mese di giugno e i primi dati meteorologici sono stati trasmessi dalla stazione il 22 giugno.

Le condizioni meteorologiche regionali sono un fattore importante che può influenzare il decollo e l’atterraggio di aeromobili e il lancio di missili durante una battaglia. La piccola stazione di osservazione del tempo potrebbe fornire tali informazioni, ha detto Song Zhongping, un esperto militare.

Afferrare accurate informazioni meteo potrebbe aiutare a cogliere le buone opportunità nelle battaglie, ha aggiunto.

Adesso, oltre alle perplessità di alcuni ambienti indiani, si aspettano i commenti. L’India potrebbe a sua volta dare vita, sul confine sino-indiano, a nuove stazioni meteorologiche per contrastare le “conoscenze” meteorologiche cinesi per cercare di annullare l’attuale vantaggio acquisito dai cinesi con la costruzione della stazione meteo. 

Maddalena Ingrao