Cina-Asia Centrale nuovo asse politico

55

ASIA CENTRALE – Kazakhstan. Visita prolungata per il presidente cinese Xi Jinping in Asia Centrale.  Oggi sarà in Turkmenistan, poi sarà la volta del Kazakhstan, Uzbekistan, Kirghizistan, Kirghizistan, fino ad arrivare in Russia dove prenderà parte a due importanti vertici (6 settembre – la vetta del “G20” di San Pietroburgo, 13 settembre – vertice SCO a Bishkek).

Durante la sua visita in Asia centrale presidente cinese Xi Jinping ha intenzione di discutere l’espansione del commercio e le relazioni economiche. Inoltre, si parlerà di sicurezza della regione, alla luce del ritiro delle truppe straniere dall’Afghanistan entro la fine del 2014. Dal 2010, la Cina sostiene come principale partner commerciale in Asia centrale. Pechino è stata attivamente coinvolta in progetti di infrastrutture, in particolare per migliorare la ferrovia, autostrade, così come in aeronautica, energia e delle telecomunicazioni. 

Secondo il professore della eurasiatica Università Nazionale del Kazakhstan, sinologo, Bekkozha Zhylkybekuly, che ha rilasciato una intervista a Radio Liberty Kazakhstan: «Ci sono diverse ragioni per la visita del presidente cinese Xi Jinping in Asia Centrale. Questa regione, in futuro avrà un grande impatto sull’economia e la politica della Cina. Soprattutto l’economia cinese ha bisogno di prodotti petroliferi. La Cina è anche interessata al grano del Kazakistan. Pertanto, la parte cinese cercherà di raccomandare una cooperazione reciprocamente vantaggiosa con il Kazakistan, sia da un punto di vista commerciale che industriale. La Cina è anche interessata a vendere i suoi prodotti al mercato cetroasiatico che poi esporterà nell’Europa dell’Est e verso la Russia». 

Secondo il professore però a differenza di qualche anno fa, quando il Kakakhstan dipendeva fortemente dalla Cina ora è indipendente e quindi il dialogo si basa su nuove basi.  

Una sorta di rapporto alla pari: «è giunto il momento di rivedere le nostre relazioni con la Cina». 

Per farlo secondo il professore bisognerebbe approfondire la conoscenza sulla Cina, cosa attualmente impossibile perché in Kazakhstan non vi sono centri che sostengono lo studio della lingua e del popolo, istituzioni, storia cinese. In Cina

osserva, Bekkozha Zhylkybekuly, ogni Accademia delle Scienze ha dei centri di ricerca di Asia centrale. Tuttavia, nella Cina interna analizzare e indagare materiali sulla situazione in Asia centrale, con un particolare interesse nel mostrare la situazione in Kazakistan. Se ci rivolgiamo alla storia antica di questo paese, possiamo vedere che in tutta la sua storia, la Cina non ha vinto in un singolo paese. Ancora più importante, quello che credono – è la profondità delle loro tradizioni culturali e storiche che risalgono a più di 5000 anni.