CINA. Armi da fantascienza per la marina cinese

544

Dall’inizio di febbraio, si è scatenata la discussione scientifica politico militare su uno strano cannone installato su una nave da guerra cinese. Si tratterebbe di un cannone elettromagnetico. 

Trascorso un mese, gli esperti alla fine si sono trovati d’accordo nel dire che quel cannone insolitamente grande e diverso da qualsiasi altro nell’arsenale navale cinese, era un cannone elettromagnetico installato sulla nave Haiyang Shan.

Anche se Pechino non ha confermato l’esistenza della nuova arma, riporta Scmp, diversi giornali, tra cui Asia Times, hanno fatto menzione citando fonti militari di esercitazioni militari in mare tutt’ora in corso. Il cannone è stato inizialmente testato in un bacino di Wuhan prima delle prove in mare.

Secondo quanto riporta Asia Times, dopo circa 50.000 test dei suoi sistemi di bordo, tra cui del sistema di alimentazione a corrente continua, l’Haiyang Shan ha navigato lungo il fiume Yangtze per raggiungere il Mar Cinese Meridionale per ulteriori prove.

Non è stato detto esattamente quali sistemi siano stati testati in alto mare e se il cannone è stato effettivamente utilizzato.

La Cina è così diventata il primo paese al mondo a montare un canone elettromagnetico, anche se ad oggi un prototipo, su una nave da guerra. Il cacciatorpediniere lanciamissili della Marina Militare degli Stati Uniti Zumwalt è stato il primo a trasportare una mitragliatrice elettromagnetica nel 2018, ma la Marina ha accantonato il piano optando invece per l’Advanced Gun System progettato per sparare proiettili guidati dal GPS. 

Il raggio d’azione effettivo di un cannone elettromagnetico è stimato a 200 chilometri. Utilizzando l’elettricità per generare forti campi elettromagnetici tra due rotaie, i cannoni elettromagnetici lanciano i loro proiettili a ipervelocità. Montare un simile cannone sul Haiyang Shan non significa, tuttavia, che l’arma diventerà un equipaggiamento standard per le forze armate cinesi. Infatti per farle diventare armi di serie assicuro e affidabili potrebbero passarci anni.

Antonio Albanese