CINA. A breve una legge cinese sull’e-commerce

46

di Lucia Giannini CINA – Pechino 21712/2016. Il legislatore cinese sta deliberando su un disegno di legge che regolamenterà e agevolerà il commercio elettronico nel paese. Il progetto di legge è stato presentato ai legislatori alla sessione ordinaria del Comitato permanente nazionale del Congresso del Popolo, che si tiene dal 19 al 25 dicembre.

Si tratta, riporta Xinhua, della prima lettura del progetto che cercherà di regolarizzare la forte espansione dell’e-commerce avvenuta negli ultimi anni che ha rivelato le falle nel sistema legale cinese e nelle regole commerciali. Il progetto di legge faciliterà la crescita dell’e-commerce, aiutare a mantenere l’ordine di mercato e proteggere i diritti dei consumatori. Il progetto di legge prevede che le attività commerciali online e offline siano su un piano di parità, e intende proteggere la sicurezza delle transazioni e-commerce; prevede l’obbligo di pagare le tasse e dovrebbe acquisire i certificati commerciali necessari. Gli operatori dovranno inoltre garantire la sicurezza delle informazioni personali dei consumatori; i contravventori andranno incontro a multe fino a 500mila yuan e la possibile revoca delle licenze commerciali. La stima del volume dell’e-commerce ammonta a oltre 20 miliardi di yuan nel 2015, con le vendite al dettaglio on-line per un totale di 3,88 miliardi di yuan.