Approvata dal CICI la Dichiarazione di Marrakesh

10

ITALIA – Roma 25/02/2016. Il 25 febbraio 2016, nel corso della sessione del Consiglio di Amministrazione del Centro Islamico Culturale d’Italia (Cici), e su proposta di Rayed Khalid A. Krimly, ambasciatore del Regno dell’Arabia Saudita in Italia e presidente del Cici, è stata approvata all’unanimità l’adozione integrale della “Dichiarazione di Marrakesh sui Diritti delle Minoranze Religiose nelle Comunità a Maggioranza Musulmana Predominante”, emanata a Marrakech il 27 Gennaio 2016.

A gennaio scorso e su invito del re Mohammed VI del Marocco, 250 leader musulmani, fra studiosi ed esperti di legge, provenienti da 120 paesi diversi, si sono riuniti a Marrakesh per discutere dei diritti delle minoranze religiose nel mondo musulmano, della convivenza, e della loro protezione. Alla base dell’iniziativa, la considerazione che «molte parti del mondo musulmano si sono deteriorate in modo pericoloso negli ultimi tempi a causa dell’uso della violenza e della lotta armata come mezzo politico per dirimere i conflitti e imporre il proprio punto di vista» fatto che ha permesso a gruppi criminali di emettere editti che «distorcono in maniera allarmante principi e obiettivi fondamentali dell’Islam. (…) È inconcepibile impiegare la religione allo scopo di aggredire i diritti delle minoranze religiose nei paesi musulmani», si legge nella dichiarazione.
La dichiarazione di Marrakech del 27 gennaio, è basata sulla Carta di Medina, un contratto tra il profeta Maometto e il popolo di Medina; la Carta, istituita 1.400 anni fa, garantisce la libertà religiosa di tutti, a prescindere dalla fede. La Dichiarazione di Marrakesh invita a sviluppare una giurisprudenza «fondata sul concetto di “cittadinanza”, che sia inclusivo dei diversi gruppi (…) radicata nella tradizione islamica e nei principi e negli elementi frutto dei cambiamenti globali», inoltre, contrastare quanti usano «la religione allo scopo di aggredire i diritti delle minoranze religiose nelle nazioni musulmane».
Il testo in italiano della Dichiarazione di Marrakesh può essere letto cliccando qui.