Centrale petrolifera turkmeno-afgana

38

di Lucia Giannini TURKMENISTAN – Ashgabat 22/11/2016. L’apertura di un terminal petrolifero in prossimità della dogana di Imamnazar, nella regione turkmena di Lebap, vicino al confine con l’Afghanistan, permetterà di aumentare i volumi di esportazione di prodotti petroliferi. Lo ha reso noto in un comunicato Nebit-Gaz, il Complesso petrolifero e gasiero del Turkmenistan petrolio e gas Complesso del Turkmenistan ha detto in un messaggio.
La società petrolifera statale turkmena ha completato la costruzione e l’avvio della nuova struttura con una capacità di 540000 tonnellate di petrolio all’anno. Attualmente, l’impostazione dell’area principale è in fase di completamento, e i test di linee di pompaggio vengono effettuate dalla stazione.
Il terminale è costituito da quattro sezioni: edifici amministrativi e ausiliari, una sezione per la ricezione dei prodotti petroliferi, una sezione per lo stoccaggio di prodotti petroliferi, che comprende serbatoi, una sezione per il pompaggio di prodotti petroliferi in autocisterne nella zona di confine.