Cavosoglu incontra Rohuani

35

di Luigi Medici IRAN – Teheran 27/11/2016. Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha detto che le consultazioni tra l’Iran e la Turchia contribuiranno alla promozione della pace e della stabilità in Medio Oriente.
«La stabilità regionale e la sicurezza, in particolare in Iraq e la Siria, dovrebbero costituire la base per l’interazione e la cooperazione tra l’Iran e la Turchia», ha detto Rouhani in un incontro con il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu a Teheran il 26 novembre, riporta Press Tv.
Rouhani ha aggiunto che l’espansione della cooperazione e le consultazioni tra Teheran e Ankara potrebbero giocare un ruolo influente nella risoluzione delle questioni regionali date le attuali condizioni. «Se principali potenze regionali si distinguono le une dalle altre, i problemi di Iraq e Siria saranno risolti senza alcun bisogno di potenze straniere. Tuttavia, ciò che è importante in questo momento è che i paesi vicini siano in grado di essere costruttivi nel risolvere questioni regionali». Il presidente iraniano ha sottolineato che occorre salvaguardare l’integrità territoriale e il mantenimento dell’unità nazionale in Iraq e Siria, formare governi in questi due paesi su basi democratiche, impedendo ulteriori uccisioni e distruzioni di infrastrutture, aiutando i rifugiati a tornare alle loro terre d’origine
Cavusoglu, da parte sua, ha detto che l’Iran gioca un ruolo costruttivo negli sviluppi internazionali e ha sottolineato l’importanza di ristabilire la pace e lottando contro il terrorismo nella regione; ha poi che i paesi occidentali cercano di soddisfare solo i propri interessi in simili questioni regionali.
Ha ribadito gli sforzi per aiutare a stabilire un cessate il fuoco in Siria e promuovere l’unità nazionale del paese, a risolvere le questioni regionali attraverso approcci politici, rafforzando la cooperazione collettiva nella lotta contro i gruppi terroristici.