Accordo turkmeno-kazako sul Caspio

106

TURKMENISTAN – Ashgabat 27/05/2015. Il parlamento del Turkmenistan, il Majlis, ha esaminato e approvato il decreto riguardante la ratifica dell’accordo sulla delimitazione del Mar Caspio tra Turkmenistan e Kazakistan.

Lo ha governato il governo turkmeno il 26 maggio. La ratifica, firmata il 7 novembre 2014, è tesa a «garantire condizioni favorevoli per la realizzazione dei diritti di sovranità sullo sviluppo e l’uso delle risorse del fondo e del sottosuolo del Mar Caspio». Il documento esprime la convinzione che l’accordo faciliterà l’ulteriore rafforzamento dei rapporti di buon vicinato e lo sviluppo della cooperazione e la parità tra le parti contraenti. Nel documento si legge che il fondo e il sottosuolo del Mar Caspio sono delimitati tra le parti lungo la linea mediana, tenendo conto dei principi e delle norme del diritto internazionale. Turkmenistan e Kazakhstan, in linea con le norme ambientali, i requisiti e le norme internazionali e nazionali, esercitano diritti sovrani nelle loro sezioni, allo scopo di esplorazione, sviluppo e utilizzo delle risorse dei fondali e del sottosuolo del Mar Caspio. I due paesi esercitano anche diritti sovrani per la posa di cavi e condotte sotto il Mar Caspio, la creazione di isole artificiali, banchine, dighe, moli, piattaforme e altre strutture di ingegneria, nonché per la realizzazione di altre attività economiche legittime sul fondo.