Housing sociale per la Russia

61

RUSSIA – Mosca. 09/01/14. Tutto pronto per l’edilizia popolare in Russia. Entro il 17 marzo, fa sapere la testata IA REGUM, i russi dovrebbero sviluppare e adottare progetti nell’ambito del programma statale della Federazione Russa per la «fornitura di alloggi a prezzi accessibili e confortevoli e servizi comunali per i cittadini russi» il programma è denominato «Housing sociale per la famiglia russa».

La testata cita come fonte Dmitry Medvedev che avrebbe dato incarico al capo del Ministero della Costruzione, al Ministero dello Sviluppo Economico della Russia e del Ministero delle Finanze russo di dare vita al programma. Entro il 2017 è dunque prevista una ulteriore espansione edilizia, fino a 25 milioni di metri quadrati di abitazioni rispetto al volume previsto in precedenza. Medvedev nel conferire gli incarichi ha rispettato quanto chiesto nelle ordinanze del presidente della Federazione russa, Putin, nel suo messaggio alla Assemblea federale 12 dicembre 2013.

Il Primo Ministro ha anche chiesto di semplificare la procedura per la concessione di terreni di proprietà dello Stato o di proprietà comunale, per la costruzione. Infine ha ordinato di predisporre sanzioni e nuove norme per obbligare il costruttore a iniziare e terminare le opere entro i tempi prefissati dal progetto. In caso di mancato adempimento ci sarà un meccanismo per la risoluzione del diritto di costruire su tali terreni. Inoltre, fino al 24 Febbraio 2014 devono essere presentate le proposte per definire i business plan, e la sostenibilità dei progetti, i piani per la sostenibilità delle infrastrutture di ingegneria su terreni destinati ad abitazioni, considerata la possibilità di utilizzare come fonte di finanziamento per la realizzazione di tali progetti le entrate derivanti dal commercio delle stesse, attraverso le informazioni di ordinazione -Internet della rete di telecomunicazioni.