Camerun del sud al buio

28

CAMERUN- Yaounée. 16/06/15. Il Camerun ha dovuto accelerare i negoziati per l’acquisto del gruppo di potenza termica per Yaoundé di 60 MW. Fonte June Afrique.

Il Camerun in questo anni sta affrontando una delle crisi idriche più importanti. A causa di tempo imprevedibile, il Sanaga, il fiume principale su cui sono installate le dighe Edea e Song Loulou, che producono energia elettrica, hanno avuto il tasso più basso di acqua in tre decenni. L’approvvigionamento idrico di sostegno delle strutture è quindi esaurito. Dalla seconda metà di maggio ad oggi il Camerun del sud è rimasto al buio. Recentemente, il deficit energetico del Camerun ha talvolta raggiunto 150 MW nelle ore di punta.
E questo nonostante la recente messa in funzione di una centrale elettrica di 50 MW. Il gruppo inglese proprietario della centrale elettrica ha richiesto oltre 14 miliardi di franchi CFA, mentre il Ministero di Acqua ed energia ha finanziato 10 miliardi di franchi CFA nel suo bilancio per questa operazione. Mancavano 4 miliardi di CFA per riaccendere il Camerun del sud. Il leader mondiale nel servizio di potenza temporanea sostiene che l’importo da pagare deve essere effettuata in franchigia, mentre il partito del Camerun intenda includere le tasse inerenti a questo tipo di operazioni. La discussione si è protratta fino all’11 giugno. Tutto sembra andare per il verso giusto. Resta ora da superare l’ostacolo del Dipartimento di gara che deve convalidare la transazione.