Canberra caccia i cambogiani

90

CAMBOGIA – Phnom Pen. 28/09/14. Cambogia e l’Australia hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) sul reinsediamento dei rifugiati nonostante le critiche da parte di alcuni gruppi dei diritti umani e della società civile.

Il Ministro cambogiano dell’Interno Sar Kheng, insieme al Ministro dell’Immigrazione australiano Scott Morrison ha siglato l’accordo presso il Ministero degli Interni a Phnom Penh, la capitale della Cambogia. In base all’accordo, l’Australia invierà rifugiati, che intendevano chiedere asilo in Australia che sono stati tenuti in un campo di detenzione in mare aperto nella piccola nazione del Pacifico di Nauru, a stabilirsi in Cambogia. «Il protocollo d’intesa offrirà insediamento di rifugiati in Cambogia su base volontaria e in conformità con la Convenzione sui rifugiati», dice un comunicato stampa congiunta dopo la cerimonia della firma. «Il numero e la tempistica di profughi saranno determinati dalla Cambogia». L’accordo è arrivato dopo una trattativa di 7 mesi tra i due paesi dopo una proposta del ministro australiano degli affari esteri Julie Bishop che coinvolto la Cambogia sin dal mese di febbraio durante la sua visita alla nazione sud-est asiatico nelle trattative.