In fuga dal Burundi

42

BURUNDI-Bujumbura. 19/04/15. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) ha detto venerdì 17 che in Burundi si registrano movimenti significativi di popolazione che migra in paesi vicini, tra cui il Ruanda e la Repubblica Democratica del Congo.

Quasi 8.000 civili hanno lasciato il paese per la paura della violenza in vista delle future elezioni.
La comunità internazionale non è l’unica ad aver paura della violenza durante le elezioni parlamentari e presidenziali che si terranno a maggio e giugno prossimi in Burundi. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) ha stimato il 17 aprile che circa 8000 civili hanno lasciato il paese per rifugiarsi nella Repubblica democratica del Congo (RDC) e il Ruanda. «In totale, più di 8.000 burundesi hanno preso rifugio nei due paesi nel corso delle ultime due settimane, 7099 in Ruanda e un numero minore (1060) nella Repubblica democratica del Congo» ha dichiarato in una conferenza stampa Adrian Edwards, delle Nazioni Unite. Oltre il 60% di coloro che arrivano in Rwanda sono bambini. «Molti arrivano con niente», ha detto.