Di nuovo in stallo i colloqui per il Burundi

11

TANZANIA – Arusha 14/07/2016. I rappresentanti di cinque partiti che hanno partecipato alle elezioni generali in Burundi hanno boicottato il secondo giro di colloqui di pace.

Il dialogo aperto a Bujumbura nel 2015 tra il governo e l’opposizione non è riuscito a superare le differenze, e i colloqui erano ripartiti con la mediazione dell’Uganda all’inizio di quest’anno per poi bloccarsi di nuovo. I cinque partiti Fnl, Frolina, Piebu Abanyeshaka, Radebu e Frodebu, non erano d’accordo con la decisione del mediatore, l’ex presidente della Tanzania Benjamin Mkapa, di invitare i burundesi accusati di violazioni dei diritti umani e di coinvolgimento nel golpe contro Nkurunzinza del maggio 2015. Anche, il governo di Bujumbura ha espresso la sua contrarietà.