BURKINA FASO. Malaria addio?

56

Le popolazioni di zanzare responsabili della diffusione della malaria possono essere ridotte drasticamente con un fungo geneticamente modificato che viene prodotto da tossine di ragno, come riporta News-medical

Uno studio condotto tra l’istituto di ricerca IRSS in Burkina Faso in Africa occidentale e l’Università del Maryland negli Stati Uniti ha scoperto un fungo chiamato Metarhizium pingshaense (Mp). Questo fungo è stato trovato per infettare le zanzare anofele, il genere delle zanzare che è responsabile della diffusione della malaria.

Nel 2017, il numero di morti causati dalla malaria ha raggiunto 435.000. Nello stesso anno, ci sono stati circa 219 milioni di casi di malaria in 87 diversi paesi. Si tratta di una malattia potenzialmente letale, ma prevenibile, causata da parassiti che si diffondono agli esseri umani attraverso i morsi di zanzare anofele femminili infette.

Lo scopo dello studio era di far avanzare gli sforzi per controllare la diffusione della malaria. Il processo è stato condotto in una struttura a semi-campo contenuta, come spiegato dallo studio, composto da sei compartimenti in un’area del Burkina Faso in cui la malaria è endemica.

I ricercatori hanno potenziato il fungo Pingshaense, con il professor Raymond St Leger, dell’Università del Maryland, dicendo a BBC News che il fungo è “molto malleabile”.

I ricercatori hanno usato una tossina trovata nel veleno di un ragno australiano e le informazioni genetiche necessarie per produrre la tossina sono state aggiunte al codice genetico del fungo. Ciò significherebbe che il fungo produrrebbe la tossina stessa una volta all’interno di una zanzara.

«Un ragno usa le sue zanne per forare la pelle degli insetti e iniettare tossine, abbiamo sostituito le zanne del ragno con il metarzium», ha spiegato il professor St Leger. 

I risultati dello studio hanno mostrato che approssimativamente «il 75% delle zanzare resistenti agli insetticidi selvatici rilasciati nell’ambiente è stato infettato dal fungo transgenico, causando il collasso della popolazione in 45 giorni».

Il Dr. Brian Lovett dell’Università del Maryland ha detto che “il fungo transgenico ha rapidamente collassato la popolazione di zanzare in sole due generazioni”.

I test di laboratorio hanno rivelato che il fungo Mp geneticamente modificato è “efficace a dosi di spore molto basse” e “la sua efficacia è durata più a lungo di quella del Materhizium non modificato”.

All’inizio dello studio sono state utilizzate 1.500 zanzare. La popolazione è aumentata significativamente prima di essere introdotta nel fungo Mp potenziato con la tossina del ragno. Dopo questa introduzione, solo 13 zanzare sono sopravvissute dopo un periodo di 45 giorni.

È importante sottolineare che questo fungo non ha avuto effetti letali su importanti specie di insetti tra cui le api. Poiché le zanzare stanno diventando immuni agli insetticidi, i casi di malaria sono a rischio di aumento e stanno già infestando 10 dei paesi più colpiti in Africa servono nuovi strumenti per combatterli. 

Lucia Giannini