Bulgaria vettore europeo del gas iraniano

5

IRAN – Teheran 22/12/2015. Il ministro degli Esteri bulgaro Daniel Mitov detto che il suo paese è pronto a ricevere il gas naturale dall’Iran e pomparlo verso i paesi europei.

Mitov ha fatto questa dichiarazione in un incontro qui con il presidente del Majlis, Ali Larijani, durante il quale si è discussa l’espansione dei legami commerciali dopo la rimozione delle sanzioni contro l’Iran: «Nelle prossime 2-3 settimane, quando si aprirà la fase di avvio del Piano congiunto d’azione globale nucleare (Jcpoa), entrambi i paesi saranno in grado di espandere le loro relazioni commerciali», ha detto Larijiani, ripreso dall’agenzia Shana.
Il ministro bulgaro ha detto inoltre che nel corso della riunione con il presidente iraniano, è stato affrontato il tema dello scambio energetico: «Ci sono nuovi argomenti sollevati dai paesi europei che suggeriscono propri investimenti nella diversificazione delle fonti energetiche», ha detto Mitov, «In Bulgaria, siamo pronti a trasferire il gas naturale dall’Iran verso i paesi europei (…) La strategia dell’Ue è quella di diversificare le sue fonti di energia e l’Iran può svolgere un ruolo importante in questo senso», aveva detto Mitov nella conferenza stampa congiunta con il suo omologo iraniano Mohammad -Javad Zarif il 21 dicembre. 

Il ministro bulgaro ha anche detto che i legami fra Teheran e Sofia possono contribuire alle relazioni dell’Iran con l’Unione europea: «La Bulgaria può fungere da porta d’ingresso dell’Iran verso l’Europa». 

Mitov inoltre ha accolto con favore la posizione dell’Iran sulla crisi siriana e ha esortato gli altri paesi a concentrarsi sullo sradicamento di Daesh: «Sono fiducioso che abbiamo sia opportunità che sfide davanti a noi. Tuttavia, le condizioni sono totalmente diverse ora. Ci sono sfide come Daesh e una ulteriore cooperazione sarà fondamentale per risolvere i problemi».