BRICS. La banca del gruppo punta sulle infrastrutture

46

Il prossimo vertice Brics a Xiamen aiuterà i cinque paesi membri a creare un partenariato economico più forte e un futuro più brillante. Lo ha dichiarato il presidente della Brics New Development Bank, Ndb, K.V. Kamath a Xinhua. Da oltre dieci anni Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica si sono unite per formare il blocco Brics ed Ndb è il «risultato della convivenza economica» del gruppo delle economie emergenti, ha detto Kamath.

Alla nona riunione Brics di Xiamen, prevista all’inizio di settembre, Kamath presenterà gli sviluppi della banca negli ultimi due anni e la direzione futura per i prossimi due o tre anni. Fondata dagli Stati membri nel 2014, Ndb è a Shanghai dal luglio del 2015 e è diventata pienamente operativa all’inizio del 2016. Il suo primo prestito finanziato, un progetto per l’energia solare a Shanghai, dovrebbe essere operativo entro questo mese. La banca dovrebbe approvare altri cinque nuovi progetti per un valore complessivo di 1,5 miliardi di dollari a settembre. Complessivamente, la banca ha 23 progetti in varie fasi di preparazione per il biennio 2017-2018, con un totale di prestiti per  6 miliardi di dollari; nel 2016 Ndb ha concesso prestiti a sette progetti.

Secondo la sua strategia generale per 2017-2021, la banca metterà circa i due terzi dei suoi prestiti nello sviluppo sostenibile delle infrastrutture. Ndb poi sta esaminando diverse opportunità di finanziamento in valuta locale nei paesi membri.

Dopo il risultato positivo della prima emissione di obbligazioni verdi della banca in Cina, Kamath ha dichiarato che la banca sta progettando un’altro lancio di altre obbligazioni tra i 3 ed i 5 miliardi di yuan nella seconda metà di quest’anno e prevede di emettere obbligazioni in valute locali in altri paesi membri, come India e Russia. La banca inaugurerà il suo primo ufficio regionale a Johannesburg del Sud Africa il 17 agosto.

Tommaso dal Passo