Brasilia: tetto di spesa per le campagne elettorali

9

BRASILE – Brasila. 10/0/15. Licenziato dalla Camera brasiliana il progetto di legge di riforma politica, Che tanto ha fatto parlare negli ultime settimane in Brasile.

Sotto la pressione di parlamentari di vari partiti, il relatore Rodrigo Maia (DEM-RJ) ha fatto marcia indietro su questioni quali la durata delle campagne, divieto di donazione da parte di aziende che hanno contratti in alcune circoscrizioni e il tetto massimo della spesa per le campagne dei deputati. Il testo potrà essere ulteriormente modificato la prossima settimana quando il parlamento brasiliano sarà chiamato a votare modifiche alla riforma politica e all’emendamento costituzionale. Nel testo adottato giovedi, Rodrigo Maia ha limitato le donazioni ai candidati di un collegio elettorale con divieto per le sole aziendeche hanno contratti di lavoro con enti pubblici. Sotto la pressione di parlamentari, Maia cancellato il divieto di contratti di servizi o fornitura di beni. Così, le imprese che dispongono di un contratto di esecuzione del lavoro con il governo dello stato di Rio de Janeiro, per esempio, non possono donare ai candidati per il governo dello stato. È consentito, tuttavia, a queste aziende donare ai candidati nei comuni nello stato, altri Stati e il governo federale. Le campagne per i deputati hanno anche un limite di spesa superiore a quanto previsto nel testo precedente. Il progetto approvato Giovedi, prevede un tetto di spesa di queste campagne fino al 65% della campagna più costoso per Congresso in Brasile. Per le elezioni di altre posizioni, il relatore ha stabilito il limite del 70% della campagna più costosa nelle ultime elezioni, con la correzione per l’inflazione nelle rivendicazioni successive.
Uno degli obiettivi della riforma, secondo il relatore, è quello di ridurre la spesa per le campagne. Per questo, ha stabilito un tetto massimo di 20 milioni di R $ per ogni azienda la donazione, con un limite massimo al 2% del fatturato lordo per l’anno precedente di CNPJ. La durata delle campagne sarà anche ridotta passando da 90 a 45. Oggi Il tempo di propaganda elettorale sulla radiotelevisione è di 45-35 giorni. Fonte O Globo