BRASILE. Xi usa il vertice BRICS per allargare l’influenza in America Latina

38

Il presidente cinese Xi Jinping lo aveva ricordato prima dell’inizio del vertice Brics: la sua speranza era che quest’evento contribuisse a rafforzare i legami del suo paese con l’America Latina e i Caraibi: «Vogliamo promuovere un rapporto di fiducia reciproca, un rapporto di sviluppo comune, insieme a tutta l’America Latina e i Caraibi», aveva detto Xi durante una conferenza stampa congiunta con il presidente brasiliano Jair Bolsonaro.

«Il Brasile», ha detto Xi, «è la piattaforma per l’espansione dei collegamenti tra Brics e l’intera regione dell’America Latina. Risultati che vanno a beneficio di tutte le parti sono “sempre l’obiettivo” delle iniziative internazionali di Pechino», aveva detto, salutando le attuali relazioni “straordinarie” di cui godono Cina e Brasile, che ha descritto come «i principali mercati emergenti nel mondo di oggi».

Bolsonaro ha sottolineato che la partecipazione di Xi al summit di Brasilia arriva poche settimane dopo la sua visita in Cina, nazione con la quale il suo governo «vuole espandere e diversificare le relazioni», riporta Efe.

Sia Bolsonaro che Xi hanno poi preso parte al Brics Business Council, cui si sono uniti il russo Vladimir Putin, il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa e il primo ministro indiano Narendra Modi. L’incontro formale dei capi di governo dei paesi Brics c’è stato il 14 novembre.

I leader Brics hanno poi lanciato un messaggio contro il protezionismo: «Siamo in un momento di grande trasformazione», ma «il crescente protezionismo minaccia la crescita globale e porta ad un rallentamento dell’economia internazionale».

I circa 500 uomini d’affari provenienti da Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa hanno chiesto che la banca di sviluppo del blocco finanzi più progetti dei paesi membri, in particolare nel settore dell’energia pulita e delle infrastrutture. La New Development Bank è stata creata nel 2014 con il sostegno dei cinque paesi e un capitale iniziale di 50 miliardi di dollari. La Ndb ha finanziato progetti per un totale di circa 10 miliardi di dollari in cinque anni di attività.

Graziella Giangiulio