BRASILE. Un Vescovo sindaco di Rio

60

di Lucia Giannini BRASILE – Rio de Janeiro 04/01/2017. Il vescovo protestante, cantante gospel e senatore brasiliano Marcelo Crivella si è insediato il 1 gennaio come nuovo sindaco di Rio de Janeiro. Con un discorso ricco di citazioni religiose e sottolineando i valori della famiglia, ha promesso austerità e tagli alla spesa pubblica, riporta Efe.

Crivella è il primo leader protestante a diventare sindaco di una capitale regionale in Brasile: «Il paese è in crisi. Rio de Janeiro è in crisi. Occorre cautela», ha detto il neosindaco, riferendosi alla recessione del paese degli ultimi due anni.

L’economia del Brasile ha subito una contrazione del 3,8 per cento nel 2015, la peggiore performance in 25 anni, e dovrebbe contrarsi di un altro 3,5 per cento nel 2016; Crivella, un ingegnere di 59 anni, ha detto che le casse di Rio non erano sfuggite alla crisi, nonostante il fatto che la città sia riuscita a mitigarne l’impatto negativo per poter aver ospitato le Olimpiadi; ha poi aggiunto che si dovrà lavorare sodo per evitare la bancarotta, date le disastrose difficoltà economiche. Crivella è vescovo della Chiesa Universale del Regno di Dio e un senatore del Partito repubblicano conservatore brasiliano, che rappresenta i protestanti.

Tra i 78 decreti firmati, molti riguardano tagli alla spesa e altri adattamenti delle finanze della città; Crivella ha ringraziato i suoi sostenitori, dicendo che il 90 per cento dei protestanti di Rio aveva votato per lui. Nonostante una campagna elettorale conservatrice, ha sorpreso molti, annunciando una giunta in cui compaiono diverse donne e persino un ex-guerrigliero.