Roussef testimone in un caso di corruzione

9

BRASILE – Brasilia 21/01/2016. Dilma Rousseff comparirà come testimone nel processo per presunta corruzione alle autorità fiscali brasiliane.

Anche Lula da Silva è stato anche già iscritto come testimone nel caso, in cui suo figlio è sotto inchiesta. Il presidente brasiliano, Dilma Rousseff, sarà testimone di Eduardo Valadão, uno degli imputati dell'”Operazione Zelotes”. L’autorizzazione da parte della Corte federale è stata concessa il 20 gennaio. Riporta il brasiliano Journal de Negocios che la presenza del presidente è solo in qualità di testimone e che non è sotto inchiesta. L'”Operazione Zelotes” riguarda presunte tangenti ai membri del Carf , la commissione amministrativa fiscale, il cui scopo è quello di valutare le risorse di aziende e privati ​​in merito a decisioni prese dalle autorità fiscali. L’operazione è stata avviata nel marzo 2015 e vede come imputati corruttori e corrotti che annullavano o riducevano i pagamenti dovuti per le imposte. Il giudice ha anche autorizzato la testimonianza dell’ex presidente Lula da Silva, prevista per il 25 gennaio; suo figlio, Luis Claudio Lula da Silva, figura tra gli indagati.