BRASILE. Oltre un milione di casi accertati di COVID-19

24

Il governo brasiliano ha confermato che il paese ha superato il milione di casi di coronavirus confermati, secondo solo agli Stati Uniti. Il ministero della salute del Paese ha detto che il totale è ora pari a 1.032.913. Il ministero ha detto che il forte aumento è dovuto alle correzioni dei numeri riportati dei giorni precedenti.

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro continua a minimizzare i rischi del virus dopo quasi 50.000 morti di Covid-19 in tre mesi, dicendo che l’impatto delle misure di isolamento sociale sull’economia potrebbe essere peggiore della malattia stessa. Gli specialisti ritengono che il numero effettivo di casi in Brasile potrebbe essere fino a sette volte superiore alla statistica ufficiale. L’Università Johns Hopkins dice che il Brasile sta eseguendo una media di 14 test ogni 100.000 persone al giorno, e gli esperti sanitari dicono che il numero è fino a 20 volte inferiore a quello necessario per tracciare il virus.

I dati ufficiali mostrano una tendenza al calo del virus nel nord del Brasile, compresa la regione dell’Amazzonia, una stabilizzazione elevata in casi e decessi nelle più grandi città del paese vicino alla costa atlantica, ma una curva ascendente nel sud. Nelle campagne brasiliane, molto meno preparate a gestire una crisi, la pandemia sta chiaramente crescendo. Molte città più piccole hanno sistemi sanitari più deboli e servizi igienici di base insufficienti a prevenire il contagio, riporta New Zealand Herald.

Lo stato produttore di bestiame del Mato Grosso è stato a malapena toccato dal virus quando, a marzo, ha colpito le più grandi città della nazione. Lontano dalla costa, tra il confine boliviano e la capitale Brasilia, i suoi 3,3 milioni di abitanti hanno condotto una vita per lo più normale fino a maggio; ora la sua gente vive in isolamento e i produttori di carne hanno decine di lavoratori infetti.

Mike Ryan, direttore esecutivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha detto iche il Brasile deve aumentare i suoi sforzi per fermare la diffusione delle infezioni: «L’epidemia è ancora piuttosto grave in Brasile. Credo che gli operatori sanitari stiano lavorando molto duramente e sotto pressione per poter affrontare il numero di casi che vedono quotidianamente (…) Certamente l’aumento non è esponenziale come in precedenza, quindi ci sono alcuni segnali che la situazione si sta stabilizzando. Ma lo abbiamo già visto in altre epidemie in altri Paesi».

Maddalena Ingrao