Lula si candida nel 2018

54

BRASILE – San Paolo 16/03/2016. L’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva avrebbe ammesso, alla polizia che indaga sul suo possibile coinvolgimento nello scandalo Petrobras, che ha intenzione di competere alle presidenziale del 2018.

Si tratta di una trascrizione apparsa sui media brasiliani, riporta il Latin America Herald Tribune, il 14 marzo. «Tutto quello che mi stanno facendo mi sta facendo cambiare idea. Sono un vecchio, volevo riposarmi, ma ora ho intenzione di candidarmi per la presidenza nel 2018 perché penso che molte persone che mi stanno provocando, continueranno a farlo» avrebbe detto Lula durante una dichiarazione fornita alla polizia federale il 4 marzo, quando è stato arrestato e portato in una stazione di polizia. Il fondatore del Pt è oggetto di due distinte, ma sovrapposte, indagini della procura brasiliana secondo cui Lula e la moglie, Marisa Leticia Lula da Silva, sono i veri proprietari di un appartamento triplex di fronte alla spiaggia in riva al mare stazione di Guaruja, vicino alla città di San Paolo. Il proprietario che risulta dagli elenchi del catasto è l’impresa di costruzioni Oas, una delle aziende i cui dirigenti sono stati condannati per tangenti nello scandalo Petrobras. Lula, che ancora una volta ha negato di possedere la casa a Guaruja nella sua dichiarazione alla polizia, ha detto che l’indagine è un «trucco sporco» architettato dalla polizia federale e ha confessato di essere «molto arrabbiato» per la «mancanza di rispetto» dimostratagli «Spero che quando tutto questo sarà finito qualcuno si scusi con me. Qualcuno dovrebbe dire: Mi dispiace, per l’amor di Dio. È stato un errore» avrebbe detto Lula alla polizia.