Brasile, le banche di piccole dimensioni in sofferenza

40

Anche in Brasile le banche di piccole dimensioni sono in sofferenza, con relativa e ragionata apprensione da parte degli azionisti. Secondo la Banca Centrale brasiliana, vi sono alcuni istituti in ritardo con le certificazioni e quindi sospette di non godere di buona salute, non solo, sempre la Banca Centrale brasiliana ha detto che i piccoli istituti devono assolutamente ricapitalizzare.

Nel mirino dell’Istituto Centrale il consenso del mercato internazionale che da tempo osserva con interesse il mercato finanziario del Brasile. La Banca Centrale brasiliana ha fatto sapere che ristrutturazioni delle banche minori non sono finite e vi saranno nuove combinazioni, acquisizioni e partnership nei prossimi mesi. Allo stesso tempo BC fa sapere che quattro piccole banche devono ricapitaliizare.
Sempre secondo la Banca centrale, due istituzioni non hanno ancora presentato le certificazioni  obbligatorie del primo e secondo trimestre del 2012 – si tratta esattamente di Rural e BVA. Le banche non sono tenute a pubblicare i bilanci ogni trimestre, ma deve farlo sul sito di BC. Nella valutazione degli analisti, il ritardo nella consegna di questi risultati è uno dei fattori che contribuiscono ad alimentare le voci sullo stato di salute delle istituzioni finanziarie. Il presidente della banca  BVA, Ivo Lodo, ​​ha detto che i bilanci dei due trimestri mancanti sarà pubblicato nei prossimi 10 giorni. «Abbiamo fatto alcuni aggiustamenti e le disposizioni in materia hanno finito per ritardare la revisione», ha spiegato. Lodo ha anche sottolineato che i dati economico-finanziari di BVA  che si riferiscono ai primi due trimestre del 2012 sono disponibili sul sito web di BC. Ma sono dati senza il timbro della revisione esterna. La banca avrà una ricapitalizzazione di mercato di $ 300 milioni entro la fine di settembre.
La Banca Rural attraverso un comunicato del portavoce, ha fatto sapere che: « La pubblicazione del bilancio è previsto che si terrà tra il 20 e il 30 di questo mese».  E ha affermato che: «Il ritardo è dovuto al fatto che la banca è in attesa di completare un aumento di capitale, recentemente approvato dalla Banca Centrale».