Videogiochi ancestrali in Brasile

16

BRASILE – San Paolo 14/03/0216. Gli indiani Kaxinawa del Brasile hanno sviluppato un videogioco, Huni Kuin, che ha lo scopo di preservare la loro cultura e le loro tradizioni ancestrali.

La partnership tra tecnologia e l’eredità Kaxinawa è stato lanciato nel 2012 dall’Università di San Paolo nello stato settentrionale di Acre.
Gli abitanti del villaggio hanno raccontato storie sui loro antenati e hanno fornito voci e disegni grafici per il videogioco Huni Kuin, che è come i Kaxinawa si definiscono nella loro lingua madre, riporta Efe. Il videogioco si sviluppa attorno ad una coppia di gemelli Kaxinawa concepiti in un sogno e dotati di poteri magici che devono superare una serie di sfide per diventare persone in carne e ossa. In questo gioco, i personaggi hanno archi invece di pistole e i loro nemici non sono cattivi umani stereotipati, ma creature amazzoniche come serpenti, tapiri e paca. La narrazione è nella lingua Kaxinawa, con sottotitoli in portoghese, inglese e spagnolo. L’obiettivo del progetto è quello di promuovere la cultura e le tradizioni Kaxinawa e delle popolazioni indigene in generale, da un lato e per i Kaxinawa il videogioco sarà utile per le future generazioni nel conoscere storia e cultura dei loro antenati. Il gioco sarà disponibile in download gratuito a partire dal prossimo mese.