Crisi di governo in Brasile

12

BRASILE – Brasilia 18/03/2016. Il presidente del partito repubblicano brasiliano, o Prb, Marcos Pereira, ha annunciato che il suo partito ha deciso di abbandonare il governo di Dilma Rousseff lasciando anche il Ministero dello Sport occupato da George Hilton.

«Noi non vediamo un obiettivo nella situazione del Paese», ha detto Pereira, dopo la pubblicazione di un nastro audio di una conversazione telefonica nel quale Rousseff ha cercato di impedire l’arresto del suo predecessore e mentore politico Luiz Inácio Lula da Silva, indagato per corruzione, nominandolo ministro, «se necessario».
Lula, oggi ministro del governo, ha uno status giuridico privilegiato e può essere giudicato solo dalla Corte Suprema
L’intercettazione telefonica tra Rousseff e Lula è stata autorizzata dal giudice Sergio Moro, che sta studiando la possibile partecipazione delle alte cariche dello Stato nello scandalo Petrobras.