Diminuisce la deforestazione in Amazzonia

72

BRASILE – Amazzonia. 27/11714. La deforestazione è scesa del 18% in Amazzonia tra agosto 2013 e luglio 2014, rispetto al periodo precedente, Agosto 2012 al Luglio 2013.

Le stime sono state rese note oggi (26) dall’Istituto Nazionale per la Ricerca Spaziale (INPE). Il risultato della mappatura 2014 presenta una tasso di 4.848 chilometri quadrati (km²)di foresta distrutta, a fronte di 5.891 km² del periodo precedente. Il progetto di monitoraggio deforestazione Legale in Amazzonia (PRODES), INPE, calcola come aree di deforestazione più grandi di 6,25 ettari, in cui vi era la completa rimozione della copertura forestale , taglio a raso. Il calcolo del tasso di deforestazione è stato ottenuto dopo la mappatura di 89 immagini satellitari. La valutazione di INPE dimostra che questo è il secondo tasso più basso della deforestazione in Amazzonia da quando l’istituto ha iniziato la misurazione nel 1988 con il Prodes. Dal 2004 al 2014, la riduzione del tasso di deforestazione è stata dell’83%. Quell’anno, la deforestazione era 27.772 chilometri quadrati di foreste, quando è stato creato il piano d’azione per la prevenzione e il controllo della deforestazione legale in Amazzonia. Il tasso più basso è stato registrato nel 2012, quando sono state disboscati 4.571 chilometri quadrati. Gli stati che più disboscano nell’ultimo periodo sonoo Pará, con 1.829 km²; Mato Grosso, 1.048 km²; e Rondônia, con 668 km². Tra il 2013 e il 2014, Acre ha disboscato 312 km²; Amazonas, 464 km²; Maranhão, 246 km²; Roraima, 233 km²; e Tocantins, 48 ​​km².
«Solo gli stati di Acre e Roraima hanno mostrato il tasso di crescita della deforestazione nel periodo 2012/2013, il 41% e il 37%, rispettivamente. Secondo il ministro dell’Ambiente, Izabella Teixeira, il lavoro ora è quello di rilevare i siti di pressione di deforestazione in quegli stati. Parleremo ai governi statali e aumenteremo la sorveglianza. La grandezza a occhio, [la deforestazione in questi stati] non è significativa, dobbiamo puntare a far diminuire la deforestazione in Para, Mato Grosso e Rondônia, tradizionalmente la maggior parte degli stati rappresentativi di pressione di deforestazione», ha detto. Lo stato di Maranhão ha ridotto la deforestazione del 39%, rispetto al 2012/2013; Tocantins, il 35%; Rondônia, 28%; Para, 22%; Amazon, il 20%; e Mato Grosso, 8%.
Dopo aver annunciato il 29% di aumento della deforestazione nel 2012/2013, il ministro ha detto che la riduzione del 18% quest’anno, grazie al lavoro di intelligence in materia di sorveglianza e la ricerca di normativa ambientale. «Abbiamo cambiato la supervisione dei controllo preventivi. Si tratta di un riconoscimento del lavoro degli agenti dell’IBAMA [Istituto Brasiliano dell’Ambiente e delle Risorse Naturali Rinnovabili], ICMBio [Chico Mendes Institute for Conservation biodiversità], e della forza nazionale e di sistemi creati per rafforzare l’applicazione ambientale, che stanno portando i risultati voluti», ha detto Izabella.