Calano i consumi in Brasile

9

BRASILE – Rio de Janeiro 15/11/2015. Le vendite al dettaglio in Brasile sono scese dello 0,5 per cento nel mese di settembre, l’ottavo calo mensile consecutivo, lo ha annunciato l’Istituto Brasiliano di Geografia e Statistica, o Ibge.

Le vendite nel mese di settembre sono diminuite del 6,2 per cento rispetto allo stesso mese del 2014, il più grande calo interannuale dal 2000, e sono calate del 3,3 per cento rispetto ai primi nove mesi del 2015 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I dati Ibge riflettono una grande calo dei consumi, fino a poco tempo il motore della più grande economia del Sud America. Il tasso di inflazione del Brasile dovrebbe arrivare al 10 per cento entro la fine dell’anno e la Banca centrale ha cambiato il suo tasso di interesse di riferimento portandolo al 14,25 per cento, il più alto in nove anni. I consumi calano in concomitanza con l’aumento della disoccupazione e il calo dei redditi nella recessione, con le previsioni del prodotto interno lordo ridotte del 3.10 per cento di quest’anno.