Brasile, il 53% dei cittadini appartiene alla classe media

59

Secondo il Consiglio degli Affari Strategici della presidenza brasiliana circa il 53% dei brasiliani è entrato a far parte della classe media brasiliana. Tradotto in termini numerici significa che 104 milioni di brasiliani sono stati inseriti dal consiglio tra quelli mediamente abbienti.

Negli ultimi dieci anni, 35 milioni di brasiliani sono stati inclusi nella classe media. I dati sono stati pubblicati il 20 settembre dal Consiglio Affari Strategico Segreteria (SAE) della Presidenza. L’indagine classifica come classe media quelli che vivono in famiglie con un reddito mensile pro capite tra i R $ 291 e R $ 1019 (dai 111,00 ai 400,00 euro) e ha una bassa probabilità di diventare povero in un prossimo futuro.
Secondo lo studio, l’espansione di questo segmento è il risultato di un processo di crescita del Paese combinata con una riduzione delle disuguaglianze sociali. La stima sottolinea che in particolar modo, negli ultimi 10 anni, mantenuto il tasso di crescita si è parallelamente diminuita la disuguaglianza sociale, questo fa prevedere che la classe media raggiungerà nel 2022 il 57% della popolazione. Dal 2002 al 2012 inoltre si è registrata una diminuzione del passaggio dalla classe media alla povertà del 21% della popolazione, mentre si è registrato un aumento del 6% di quelli che sono passati dalla classe media alla ricchezza.
Il Ministro della SAE, Moreira Franco, ha sottolineato l’importanza della classe media in crescita nel rilancio dell’economia, perché è quella che fa circolare il danaro e crea occupazione. «Circa 18 milioni di posti di lavoro sono stati creati negli ultimi dieci anni, questi posti di lavoro formali sono stati associati con una politica adeguata salario minimo che ha dato vantaggi reali oltre il tasso di inflazione per i brasiliani», ha detto Franco.
La crescita del reddito classe media è superiore rispetto al resto della popolazione, secondo i dati presentati nello studio. Durante l’ultimo decennio il reddito medio di questo segmento è cresciuto del 3,5% l’anno, il reddito medio delle famiglie brasiliane è cresciuto nello stesso periodo, del 2,4% per anno.
«La classe media brasiliana sposterà nel 2012 circa $ 1 trilione», stima Renato Meirelles, l’istituto di ricerca di dati popolari, che hanno partecipato al sondaggio.
Lo studio si basa su dati dell’Istituto Brasiliano di Geografia e Statistica (IBGE), l’Istituto di Ricerca Economica Applicata (IPEA), la Confederazione Nazionale dell’Industria (CNI) e l’Istituto dei dati Popolare.