BRASILE. Anno da record per la produzione PETROBRAS

35

La produzione media di petrolio della Petrobras in Brasile nel 2016 è salita dello 0,75% rispetto all’anno precedente e ha raggiunto i 2,144256 barili al giorno. Secondo la società, il risultato è stato in linea con l’obiettivo fissato di 2,145 milioni e rappresenta un massimo annuale di tutti i tempi.

Nello strato pre-sale, anche la media annuale dello scorso anno è stata un record con 1,02 milioni di barili di petrolio al giorno, il che significava al momento un incremento del 33% rispetto all’anno precedente.

I punti principali di espansione della produzione nel 2016 sono stati la crescita significativa della produzione del giacimento Lula (Iracema Norte e Iracema Sul areas, Fpso Cidade de Itaguaí e Cidade de Mangaratiba) e nel campo Sapinhoá (Fpso Cidade de Ilhabela), che si trova nel bacino Santos, oltre alla zona Parque das Baleias (P-58), nella sezione Espírito Santo del bacino Campos. Inoltre, tre sistemi di produzione hanno aumentato la produttività di cui due nel campo di Lula (Fpso Cidade de Marica e Fpso Cidade de Saquarema), e uno in Lapa (Fpso Cidade de Caraguatatuba), che si trova nello strato di pre-sale del bacino Santos.
Per quanto riguarda il gas naturale, l’azienda ha raggiunto il risultato record di 77 milioni di metri cubi al giorno. Se questa performance fosse inclusa nel bilancio dell’anno, la produzione totale della società nel paese raggiungerebbe i 2,63 milioni di barili di petrolio equivalente al giorno, l’1% sopra i risultati del 2015; se così fosse sarebbe anche stabilito un nuovo record, riprota un cominciato della società.

Il presidente dell’azienda, Pedro Parente, ha anche evidenziato le prestazioni di dicembre 2016, quando gli altri record erano ornai starti raggiunti. Tra questi, la produzione di petrolio media della società in Brasile, che per la prima volta ha superato il limite di 2,3 milioni di barili al giorno, il 3% al di sopra dei risultati registrati nel settembre dello stesso anno. Il 28 dicembre, la produzione ha raggiunto infatti i 2,4 milioni di barili di petrolio.

Maddalena Ingroia