Brasile: 20 miliardi di real per lo sviluppo

36

Con il pacchetto di aiuti agli Stati, il governo di brasiliano sta cercando, ancora una volta, di incentivare gli investimenti.

Il nuovo plateau di sostegno allo sviluppo vuole aiutare i governatori a fare progetti con risorse BNDES (Banco Nacional de Desenvolvimento Economico e Social), e assicura che «ci saranno i soldi» per opere a BRASILIA. Il governo sta preparando un nuovo round di sostegni finanziari agli Stati per accelerare le priorità d’investimento nel 2013. Data la scarsità di progetti considerati vitali, il Palazzo Presidenziale con i governatori negozia un programma comune, denominato “Agenda per lo Sviluppo Regionale”. La strategia del Presidente Rousseff è quello di sostenere economicamente i settori chiave quali il miglioramento della rete logistica. I negoziati vengono condotti direttamente dal Ministro del Commercio e Sviluppo, Industria e degli Esteri, Fernando Pimentel, e dal il presidente BNDES, Luciano Coutinho. Il presidente vuole creare una “sinergia” tra i più grandi progetti del governo federale e gli stati. La banca sarà di nuovo il braccio finanziario delle operazioni. Pimentel e Coutinho si sono incontrati la scorsa settimana con i Segretari di Stato per la Pianificazione e dell’Industria e Commercio per stilare un elenco delle priorità e verificare eventuali strozzature che ostacolano lo sviluppo. Secondo una fonte del Ministero delle Finanze, il governo sta valutando delle finestre fiscali per dare maggiori sostegni ai governatori, ma sta anche sviluppando una serie di iniziative appoggiate da BNDES per dare maggior sostegno alle società private che intendono partecipare ai progetti inclusi in questo programma.

Per il 22 agosto, Coutinho Pimentel ha fissato un nuovo incontro con i segretari che dovranno fornire l’elenco definitivo dei progetti candidati al finanziamento. BNDES ha detto che metterà a disposizione dei governatori R$ 20 miliardi per le opere approvate dal governo. L’idea è ora di sviluppare un processo in cui il governo federale può indirizzare i soldi alla banca di sviluppo delle zone considerate cruciali per lo sviluppo economico, e delle infrastrutture. Il volume di nuovi capitali, che sarà pubblicato non è ancora stato definito.«Il governo vuole ascoltare il parere degli stati», ha detto il presidente del Consiglio Nazionale dei Segretari di Sviluppo, Industria e Commercio (Consedic) e ministro per l’industria di Goiás, Alexander Baldy. Il progetto di strutturazione brasiliano (EBP), verrà portato avanti da una società privata con la partecipazione di BNDES e Banco do Brazil. Il Ministero dello Sviluppo sarà invece responsabile della definizione delle politiche pubbliche. L’attesa ora è per il nuovo pacchetto fiscale che verrà emanato a breve e per cui si attendono nuovi sgravi anche sul conto energia.