Jihadisti ISIS europei

17

BOSNIA- Sarajevo. 19/06/16. L’Agenzia svedese per le migrazioni ha ordinato l’espulsione “del jihadista bosniaco” Osman Abdulaziz Kekića” che con un volo diretto da Tuzla Mercoledì è arrivato a Malmo.

Osman Abdul Kekic in Svezia è arrivato con quattro figli, ma con un blocco Schengen via Francia. Osman Abdulaziz Kekića ritenuto di essere affiliato a ISIS non è riuscito a varcare alla zona Shenzhen ed è stato arrestato all’aeroporto e tenuto in custodia mentre il servizio di immigrazione sta studiando il suo caso perché Kedika ha fatto richiesta di asilo. La richiesta di asilo, secondo il portavoce per l’Agenzia per le migrazioni Fedrik Bengtsson, non verrà soddisfatta anche se chiunque ha il diritto di chiedere asilo. Il sovrintendente Leif Fransson ha detto che era furioso che Kekic sia rimasto nel paese e non sia stato immediatamente rimandato a casa. Purtroppo: «La Svezia ha una reputazione per il passaggio sicuro per i terroristi. Non appena queste persone sanno che verranno arrestate giocando la carta dell’asilo, e la porta dle Paese si apre», si legge sul portale Sydsvenskan. Kekic è arrivato con quattro figli, mentre la moglie era in visita da amici a Malmo e lo stava aspettando in aeroporto. Fransson ha osservato che Kekic era nervoso all’inizio e che la prima cosa che ha detto era che era arrivato in Svezia come turista. Le autorità poi gli hanno detto che i francesi gli hanno vietato il movimento della zona Schengen, e ha poi detto che chiedeva asilo. Il divieto di viaggio nella zona Schengen presumibilmente arriva dopo l’arresto in Turchia, avvenuto a febbraio, dell’uomo con l’accusa di voler andare in Siria per combattere con l’ISIS. Ed era stato rispedito a Sarajevo, e dalla polizia. Il passaporto era stato confiscato, e il viaggio è vietato. Nel 2010 era stato arrestatao per possesso di armi illegali. Kekic è uno dei formatori di ISIS in un campo in Bosnia che si trova nel villaggio di montagna Osve.