La Paz investe nell’elettricità

47

BOLIVIA – La Paz 23/03/2014. Il governo della Bolivia ha annunciato di voler investire 135,6 milioni di dollari in cinque anni in una società di distribuzione di energia elettrica, espropriato alla spagnola Iberdrola alla fine del 2012.

Il Vice presidente Alvaro Garcia Linera lo ha annunciato durante una manifestazione in occasione del primo anniversario della Distribuidora de Electricidad La Paz, o Delapaz, come è stata ribattezzata l’ex Electropaz di Iberdrola. L’investimento è passato da 8.000 mila dollari l’anno, quando era gestito da “stranieri “, fino a 13,2 milioni di dollari dello scorso anno, sotto il controllo statale, ha detto Garcia Linera durante la cerimonia di El Alto, nei pressi della capitale. Delapaz investirà 25,7 milioni di dollari quest’anno e 109,9 milioni tra il 2015 e il 2018, ha detto il vice presidente. Non è stato ancora raggiunto alcun accordo con Iberdrola sulla compensazione per Delapaz e le altre unità espropriate: una società di distribuzione di energia elettrica che serve la regione occidentale boliviana di Oruro, la Elfeo, una società di gestione degli investimenti e un fornitore di servizi. Evo Morales, presidente di sinistra della Bolivia, ha detto che al momento dell’esproprio il fallimento di Iberdrola nel fornire servizio elettrico uniforme nelle aree rurali aveva provocato un innalzamento delle tariffe mai registrato. Delapaz distribuisce energia elettrica a zone urbane e rurali, con una tariffa unica di 60 centesimi boliviani (0,08 dollari) per kilowatt-ora.