Morto il capo di Boko Haram?

38

NIGERIA – Abuja 25/09/2014. Più di 130 combattenti islamici di Boko Haram si sono arresi alle forze nigeriane e un uomo, apparso in molti video e definito il leader del gruppo è stato ucciso negli scontri.

L’esercito nigeriano ha detto che 135 combattenti di Boko Haram si erano arresi il 23 settembre nella città nord-orientale di Biu, durante gli scorri seguiti al tentativo di conquistare la città di Konduga, vicino al confine con il Camerun. «Nel corso di questi incontri, Mohammed Bashir, alias Abubakar Shekau è morto» ha detto il portavoce della Difesa generale Chris Olukolade. In questi anni di scontri aperti, un uomo che dichiara di essere il leader degli islamisti, Abubakar Shekau (nella foto), è apparso in una serie di video lanciando minacce contro le autorità; tra questi video c’è quello di rivendicazione del rapimento, in aprile, di 200 studentesse dal villaggio di Chibok. Shekau aveva assunto la leadership del movimento alla morte del suo fondatore, Mohammed Yusuf, morto dopo l’arresto nel 2009. Le forze armate della Nigeria, nell’agosto 2013, avevano già annunciato la morte di Shekau dopo uno scontro con i soldati tra il 25 luglio e il 4 agosto; dopo questa data i video riportano un uomo con un aspetto diverso, con un viso rotondo, una faccia meno stretta e un naso più largo di quieto di Shekau.