È realtà il califfato africano di ISIS?

45

NIGERIA – Kano 06/11/2014. Boko Haram ha cambiato nome a due città che ha occupato nel nord-est della Nigeria.

Si tratterebbe del primo passo per stabilire un califfato nella regione. I jihadisti hanno preso la città di Mubi nello stato di Adamawa, la scorsa settimana, e ora l’hanno ribattezzata Madinatul l’Islam, cioè “Città dell’Islam” in arabo. Anche Gwoza nel vicino stato di Borno, catturata nel mese di luglio, ha subito una simile sorte: ora è divenuta Darul Hikma o “Casa della Saggezza”. Il leader di Boko Haram, Abubakar Shekau, in un video diffuso ad agosto, aveva dichiarato che la presa di Gwoza faceva parte della creazione di un califfato africano seguendo le orme di Isis. Le forze di Boko Haram dovrebbero controllare più di due dozzine tra città e villaggi nel nord-est della Nigeria e sono stati registrati segnali che starebbero cercando di avanzare a sud verso la capitale di Adamawa, la città di Yola. Gli sfollati riferiscono che Boko Haram starebbe costringendo le persone rimaste in entrambe le città ad usare i nuovi nomi. Nei due centri, inoltre, sarebbero state date alle fiamme le chiese cristiane e gli islamisti starebbero pattugliando regolarmente le strade, senza alcun segno di resistenza da parte dei servizi di sicurezza regolari.