Boko Haram uccide 11 militari ciadiani

86

CIAD – N’Djamena 06/10/2015. Undici soldati ciadiani sono stati uccisi e tredici feriti il 6 ottobre durante un attacco alle loro postazioni condotto da Boko Haram.

Boko Haram ha preso di mira i militari ciadiani: almeno undici soldati ciadiani sono stati uccisi e tredici feriti la mattina del 6 ottobre in un attacco a Kaiga Ngouboua, sul lago Ciad a die km dal confine con la Nigeria. Una fonte militare ciadiana, riporta Afrik.com, ha anche detto che 17 membri di Boko Haram sono stati uccisi, notando che gli aggressori sono stati respinti e che l’esercito ciadiano starebbe ancora rastrellando l’area. L’esercito ciadiano vien preso di mirta dai terroristi di Boko Haram perché perte della forza di attacco assieme a quello nigeriano e camerunese, dall’inizio del 2015. Il presidente del Ciad, Idriss Deby, ha anche confermato di voler mettere tutti i mezzi a sua disposizione per fermare i terroristi di Boko Haram.
Una promessa simile lo ha fatta il capo dello Stato nigeriano Muhammadu Buhari al momento del suo insediamento lo scorso maggio; Buhari aveva infatti promesso di fare della lotta contro Boko Haram la sua priorità politica, i le forze armate nigeriane stanno lottando per far fronte al fenomeno che sembra purtroppo inafferrabile. Il gruppo armato, al momento, continua a uccidere e diffondere il terrore nel nord della Nigeria; tanto più che porta regolarmente attacchi in Ciad, Niger e nel nord del Camerun.
Dal 2009, quando Abubakar Shekau ne ha preso le redini, Boko Haram ha rivendicato più di 17mila omicidi e costretto più di 2 milioni di persone a lasciare le proprie terre. Anche se per molti osservatori il gruppo è molto più debole a causa dell’intervento di una forza internazionale africana, resta ancora in grado id sferrare attacchi come quello di oggi.