BLOCKCHAIN. A Sumatra si voterà con la piattaforma Bitcoin

53

Una società australiana sta lanciando in Indonesia un’applicazione blockchain che potrebbe consentire ai cittadini di votare alle elezioni. Il progetto pilota di Horizon State dovrebbe essere lanciato sull’isola di Sumatra da luglio fino a dicembre. Secondo quanto riporta CoinDesk, la piattaforma basata su blockchain sarà resa disponibile agli abitanti tramite un’app mobile, inizialmente volta ad aiutare a fornire «un processo decisionale decentralizzato e l’impegno della comunità».

In definitiva, l’avvio spera che l’applicazione potrebbe estendersi al voto per contrastare le frodi e affrontare le sfide elettorali locali, così come altri servizi.

«Attraverso la piattaforma, possiamo fornire alle comunità gli strumenti per aumentare il coinvolgimento e le discussioni. Attraverso i nostri partner, possiamo offrire alla circoscrizione elettorale benefici aggiuntivi, quali l’accesso ai servizi finanziari a livello microeconomico, cosa che non è così facile con l’infrastruttura bancaria esistente».

Se il progetto pilota di Sumatra dovesse avere successo, Horizon State spera di espandere il progetto in tutto il paese. «Una volta che questa sperimentazione sarà terminata, ulteriori test in più province e comunità avverrano per tutto il 2019». Pur non essendo ancora coinvolto in questo sforzo, il governo indonesiano ha osservato che la società sarebbe in grado di rivolgersi alle autorità in una serie di casi, comprese le elezioni, dopo il test di Sumatra.

La società sta sperimentando un aumento dell’interesse da parte delle organizzazioni che vogliono utilizzare la blockchain e la comunità legata ad esso per portare avanti il progresso in diversi campi.

Per il test pilota, Horizon State sarà partner di altre società finanziarie. La notizia è arrivata mentre l’Indonesia sta sempre più ampiamente osservando la tecnologia blockchain. Secondo Reuters, la Financial Services Authority, che regola il settore finanziario, ha istituito un team incaricato di studiare la tecnologia e i suoi potenziali benefici. Inoltre, il ministero delle Finanze ha detto che il suo dipartimento stava guardando alla blockchain per sovvenzioni e micro-crediti.

Graziella Giangiulio