BITCOIN. Snowden denuncia falle nel sistema monitorato dal NSA

287

Parlando ad una conferenza su Internet, in remoto, Edward Snowden ha avvertito che il registro pubblico di Bitcoin è un “difetto di lunga durata” che ha grandi implicazioni per la privacy generale della valuta criptata.

Il Bitcoin è costruito sulla tecnologia blockchain, che è un registro di transazioni visualizzatile da parte di chiunque; è anche decentralizzato, il che significa che i suoi dati sono conservati in più sedi in tutto il mondo, senza essere sotto il controllo di un’unica organizzazione. Anche se Bitcoin si è guadagnato la reputazione di mezzo anonimo per acquistare beni illegali sul Dark Net, “Registro Pubblico” significa che è effettivamente possibile per chiunque visualizzare le transazioni che stanno avvenendo, anche se il blockchain non ti dice a chi appartenga il portafoglio digitale che si visualizza.

Stando a quanto riporta il sito Cybersecurity Intelligence, Snowden crede che questa potrebbe essere una manna dal cielo per tutti i governi che stanno cercando di bandire la criptovaluta. La capacità di tracciare le transazioni significa che un’autorità di contrasto potrebbe, in teoria, tracciare una transazione Bitcoin che è andata a un portafoglio noto per essere utilizzato per attività illegali, e seguire le transazioni fino a quando non finiscono in uno scambio come Coinbase. Una volta che il denaro viene convertito in una valuta del mondo reale, l’identità del suo proprietario potrebbe essere rivelata.

Snowden, come riportato da Coindesk, dice che questi problemi di privacy sono un pericolo molto più grande per il Bitcoin rispetto al limite delle transazioni, che regola quante transazioni la rete può elaborare alla volta. «Tutti sono concentrati sui limiti della velocità di transazione del bitcoin come suo difetto centrale, e che è uno dei principali (…) il difetto strutturale molto più grande, il difetto di lunga durata, è il suo registro pubblico» ha detto Snowden, aggiungendo di non pensare che il «bitcoin durerà per sempre».

Questo non vuol dire che il limite delle transazioni non sia un problema. Negli ultimi mesi la popolarità del Bitcoin ha messo a dura prova la rete a causa di questo limite, il che significa che anche i criminali online si stanno allontanando dalla valuta. Anche se ci sono metodi per aumentare la privacy delle transazioni sulla blockchain, Snowden vede invece più promettente come criptovaluta costruito Zcash che da maggiore valore alla privacy.

Secondo quanto riporta The Intercept, Snowden ha mostrato in precedenza che il Nsa ha effettivamente tracciato le operazioni di mini e di acquisto dei bitcoin. Snowden ha citato un rapporto NSA del marzo 2013 secondo cui il «Bitcoin è la priorità # 1». I documenti indicano che il “tracciamento” degli utenti di bitcoin è andato ben oltre l’esame approfondito del registro delle transazioni pubbliche, la Blockchain, ma avrebbe anche comportato la raccolta di dettagli degli utenti come password, attività su Internet, l’indirizzo Ip.

Graziella Giangiulio