BITCOIN. Per l’ex guru di Trump blockchain e criptovalute sono la riscossa del nazionalismo

854

L’ex consigliere presidenziale e giornalista Steve Bannon ha annunciato il suo sostegno alle criptovalute in una conferenza tenuta a Zurigo. Secondo quanto riporta un comunicato ripreso da CoinTelegraph, Bannon pensa che le valute cripto siano un’autostrada per liberare i proprietari di beni dal controllo delle banche centrali in tutto il mondo.

«Una volta che avrete il controllo della vostra moneta, una volta che avrete il controllo dei vostri dati, una volta che avrete il controllo della vostra cittadinanza, questo è il momento in cui avrete la vera libertà», ha dichiarato Bannon a Zurigo. Bannon ha spiegato che «le criptovalute, e la tecnologia blockchain che c’è dietro di loro, daranno nuovo potere. Il movimento populista, abilita le aziende e abilita i governi ad allontanarsi dalle banche centrali che deturpano la vostra moneta e fanno pagare gli stipendi degli schiavi (…) Prendiamo il controllo delle banche centrali. Questo ci darà di nuovo potere».

L’ex stratega politico di Trump, a Zurigo, ha pronunciato un discorso sulla diffusione del populismo in Europa. Questa sua esplicita presa di posizione sulle criptovalute, viste come strumento per liberare le persone dalla morsa delle banche centrali, costruendo un sistema peer-to-peer di acquisto e scambio, si sta diffondendo a macchia d’olio. 

Come già riportato da Cointelegraph, il cantone di Zugo in Svizzera sta creando un hub globale per cripto e Blockchain, noto come “Valle di Crypto”. L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari, Finma, ha attuato politiche favorevoli alle criptovalute, rendendo la Svizzera un ambiente competitivo per lo sviluppo di tecnologie cripto, Blockchain e contabilità distribuita.

Steve Bannon ha, inoltre, accusato governi, banche centrali e società tecnologiche di violare i diritti dei cittadini comuni e di sfruttarli per i propri scopi. Bannon sta girando l’Europa per una serie di conferenze incentrate su un tema: come le criptovalute e la blockchain possano essere strumenti del movimento di un sano rinato nazionalismo. Precedentemente di iniziare a lavorare per l’Amministrazione Trump, Bannon era membro fondatore del consiglio di amministrazione di Breitbart News, nota voce del movimento alt-right negli Stati Uniti. Va ricordato che Bannon è stato consigliere del presidente Trump e membro del Consiglio di sicurezza nazionale, prima di essere allontanato dalla Casa Bianca nell’agosto 2017.

Antonio Albanese