BITCOIN. Alipay lancia un servizio blockchain per le rimesse pakistane 

104

Alipay di Alibaba sta per lanciare un servizio per le rimesse transfrontaliere tra Malesia e Pakistan.

Il nuovo servizio consentirà ai pakistani che vivono in Malesia di inviare denaro utilizzando la soluzione di pagamento digitale Easypaisa della Telenor Microfinance Bank di Karachi e la società malese di rimesse Telenor FinTech Valyou, riporta Asia Times.

La Banca statale del Pakistan ha reso noto che le rimesse internazionali in Pakistan valgono circa 20 miliardi di dollari all’anno, «contribuendo a circa il 6% del Pil; equivalente a oltre il 50% del nostro deficit commerciale, l’85% delle esportazioni e oltre un terzo delle importazioni durante il periodo 2017-18». 

Secondo Telenor Financial Services, il Pakistan riceve circa 1 miliardo di dollari di rimesse dalla Malesia; Alipay ha acquistato una partecipazione del 45 per cento in Microfinance Bank per 184,5 milioni di dollari nel 2018 e in settimana ha annunciato l’integrazione della sua piattaforma di rimesse blockchain, che si basa su Standard Chartered Bank come banca di insediamento, nella rete basata sul Pakistan.

Ant Financial, affiliata di Alibaba e società madre di Alipay, fornisce la tecnologia di alimentazione della piattaforma e, a parte l’affidabilità della blockchain, altre offerte del nuovo sistema includono trasferimenti di denaro in tempo reale tra i due paesi, e l’assenza di ricavi per Alipay nel periodo di prova di un anno.

Nonostante le crescenti critiche verso il programma cinese della Nuova Via della Seta, particolarmente in Pakistan, il settore delle rimesse sta dimostrando di essere in forte sviluppo grazie soprattuto alle piattaforme blockchain asiatiche.

Anche Facebook starebbe lavorando a una rete di collezione delle rimesse basate su criptocurrency network, stavolta per l’India, mentre a dicembre 2018, Ripple ha annunciato il lancio di un servizio di rimesse blockchain in Asia insieme allo United Arab Arab Emirates-Exchange, riporta Reuters, che ha stimato a circa 613 miliardi di dollari l’ammontare delle rimesse inviate nel 2017.

Graziella Giangiulio