BITCOIN. A Singapore ci si compra un cappuccino

273

A Singapore, chi cerca di prendere un caffè e non ha contanti non ha di che preoccuparsi, perché si possono usare anche le valute virtuali per pagare servizi.

Un locale, primo di una catena in espansione, Ducatus Cafe, nel Central Business District della città-stato, ha aperto le sue porte alle cryptocurrency, prima di Natale, e i clienti hanno già comprato bevande utilizzando Bitcoins e altre criptovalute per prendere caffè e cappuccini, ad esempio, riporta Epa.

All’interno della caffetteria, che sembra simile mille altre sparse nel mondo, c’è una macchina distributrice in un angolo simile ad un bancomat e da cui i clienti possono ottenere Bitcoin (nella foto).

Si inseriscono nella macchina i dollari di Singapore si possono acquistare Bitcoins che possono poi essere utilizzati per acquistare bevande e cibo utilizzando i telefoni cellulari dei clienti come portafogli. I prezzi degli articoli sono elencati nel menu in valuta locale e nelle criptovalute come Bitcoin, Ethereum e Ducatus, utilizzabili per acquistare beni oltre che al tradizionale uso di carte di credito e di debito.

La volatilità del Bitcoin, il cui valore era sceso quasi del 15 per cento il 22 dicembre dopo un record di quasi 20.000 dollari all’inizio della settimana, non ha scoraggiato il management della catena di locali che prevede di aprire altri sette caffè “cash free” a Singapore entro il 2020.

Le cripto monete Bitcoin, Ethereum e Ducatus sono tra le più di 1.000 valute virtuali, negoziate a livello globale attraverso reti online e piattaforme di trading internazionale.

Anche se accettato per l’uso al dettaglio solo in un piccolo numero di esercizi commerciali  in tutto il mondo, il costante aumento di valore di Bitcoin, un Bitcoin valeva solo 800 dollari nel gennaio 2017, ha aumentato il suo status tra gli investitori dividendo le opinioni degli esperti; sono molte le posizioni critiche secondo cui, generalmente,  le criptocurrency sono una bolla speculativa ad alto rischio.

Graziella Giangiulio