Bielorussia: legge finanziaria al ribasso

55

BIELORUSSIA – Minsk. 24/10713. Il Primo Ministro della Bielorussia, Mikhail Myasnikovich, in una riunione del Consiglio dei ministri, che si è svolta il 22 ottobre, ha spiegato che il progetto di sviluppo socio-economico del bilancio, e ha illustrato le direzioni principali della politica monetaria per l’anno prossimo: «registreranno un forte calo nel rifinanziamento» ha detto il primo ministro. A darne notizia in un comunicato stampa il servizio stampa del governo. 

 

Attualmente, il tasso di rifinanziamento è del 23,5%. Myasnikovich ha convenuto con l’impostazione generale del bilancio per il 2014 e ha commissionato nel prossimo futuro, per completare il progetto di legge, nuove proiezioni finanziarie del paese. 

Secondo il ministro delle Finanze Nicola Snapkou, come già riferito nella riunione di fine agosto si è deciso di dare vita a misure specifiche per stabilizzare l’economia. Secondo lui, «il piano d’azione principale si incentra sulla transizione verso una effettiva linea di prestito per l’economia, per il principio di promuovere la crescita della produttività, del lavoro salari, e una ottimizzazione della macchina dello Stato».

Egli ha aggiunto che la base per la regolazione della previsione per il 2014 è stata stabilita in maniera proporzionale alle esigenze delle risorse finanziarie per l’economia. La Bielorussia prevede una crescita del PIL, dati Ministero dell’Economia, per il  2014 del 2,4% contro il 5,7% previsto in precedenza. Il tasso di investimenti diretti esteri è impostato per essere 2,5 miliardi di dollari. Il tasso di crescita degli indici di esportazione di beni e servizi nel 2014, secondo la bozza del decreto sarà del 107,2%. Secondo Snopkov le crescenti esportazioni sono un fattore importante nella crescita dell’economia. I prodotti della concorrenza e l’uso di strumenti finanziari costituirà la base della produttività del lavoro e la crescita dei salari. «Ad oggi, la previsione riveduta del 2014 il tasso di inflazione al 14,5% (da dicembre a dicembre). Ciò è dovuto alla realizzazione degli obiettivi del piano di stabilizzazione per la riduzione del deficit di bilancio e sussidi per aumentare invece il livello di rimborso delle spese per i servizi di pubblica utilità per il 50%, e un aumento del prezzo del trasporto» – ha detto il ministro. Il salario medio nominale, secondo le previsioni potrebbe raggiungere 628 dollari. Snapkou ha detto che per bilanciare lo sviluppo interno e la riduzione del tasso di inflazione di crescita dei salari reali (104%) non si è superato il tasso di crescita della produttività del lavoro del PIL (106%). «Nella bozza di decreto sul dato 2014 è impostato per attirare gli investimenti esteri diretti di 2,4 miliardi di dollari, che verranno impiegati per aumentare la produzione e non meno di 47 mila nuovi posti di lavoro ad alte prestazioni», – ha detto Snapkou.

Il Ministero dell’Economia propone di ridurre la lista dei possibili obiettivi del prossimo anno per concentrarsi sulle azioni delle autorità dello Stato nei confronti dei parametri più importanti come uno sviluppo equilibrato dell’economia. A livello regionale dovrebbero rimanere gli obiettivi principali, come prodotto lordo regionale, la crescita del reddito reale, gli investimenti diretti esteri e la costruzione di alloggi. Secondo il progetto di sviluppo socio-economico del paese nel 2014 è previsto essere commissionata 2,5 milioni di metri quadrati di abitazioni. Il Ministro dell’Economia, ha detto che anche se le previsioni di sviluppo socio-economico del paese per l’anno 2014 non garantisce il raggiungimento di una serie di indicatori quantitativi come da piano quinquennale, ma permette di raggiungere uno sviluppo della qualità (crescita soprattutto sul reddito), e quindi è in linea con i requisiti chiesti dal presidente.