Belgrado, canteri aperti per South Stream

63

South Stream, un gasdotto da 415 – 440 chilometri quello che passerà per la Serbia e porterà il gas dalla Russia all’Italia attraverso l’Europa sudorientale. I lavori di costruzione del tratto serbo del gasdotto cominceranno a novembre o dicembre prossimi.

A riferirlo, a Belgrado il consigliere energetico del governo Petar Skundric, intervenendo a una conferenza dei ministri dell’energia del gruppo di cooperazione economica del Mar Nero (Bsec),il 16 aprile, i costi dell’opera sono stimati in 1,7 miliardi di euro. Per la realizzazione dell’opera è stata creata una joint venture (South Stream Serbia AG) fra una società russa e una serba. Il progetto di gasdotto South Stream, i cui principali finanziatori sono la russa Gazprom e l’italiana Eni con una portata di 30 miliardi di metri cubi l’anno.